Immaginate un filo, un filo invisibile fatto di sapori, di emozioni, di sensazioni, di profumi, che unisce il nostro meraviglioso territorio, la Franciacorta, a un paese lontano e altrettanto stupendo, la Sicilia, per la precisione la zona ai piedi dell’Etna.

Anzi, se vogliamo essere davvero precisi, una piccola striscia di terra sul versante orientale dell’Etna, un luogo in cui il terreno, di origine vulcanica, permette di coltivare delle uve autoctone: nerello mascalese, nerello cappuccio, carricante e catarratto. I primi utilizzati per per realizzare vini rossi, rosati e spumanti, mentre i secondi per i bianchi. 

Questo filo, solido e allo stesso tempo impalpabile, si è teso grazie all’incontro di 2 storie, di 2 esperienze familiari incredibili: quella di Elisabetta Abrami, che ha dato vita in Franciacorta alla cantina che ormai ben conoscete, e quella della famiglia Urzì, siciliana, in cui sapienza marinara e contadina si sono fuse, per creare la cantina Sciare dell’Alba.

Questo filo, resistente e lunghissimo, è diventato ancora più solido grazie a una somiglianza: quella tra il Pinot nero – uno dei più nobili tra i vitigni a bacca rossa a livello mondiale, il re dei vitigni, quello che coltiviamo qui, nella nostra collina di Redigoli in Franciacorta e che è la base di tutti i nostri vini – e il Nerello – che proprio per quanto riguarda la sensibilità all’annata e al territorio di appartenenza ricorda il Pinot Nero. Nel sogno, oggi realtà, di Elisabetta l’obiettivo era quello realizzare un vino Franciacorta che fosse naturale e biologico. Allo stesso tempo, Sciare dell’alba è in conversione al biologico: un legame che diventa ancora più stretto, grazie a un percorso preciso, dedicato a una coltivazione sempre più rispettosa della terra e della coltivazione stessa.

Questo filo, unico e meraviglioso, ha portato alla nascita di legame fortissimo, e ha permesso, nel tempo, di sperimentare abbinamenti unici, di fare veri e propri viaggi nel gusto, tra due territori così diversi e così simili, tra vini caratterizzati da sapori che raccontano le storie di due paesi così lontani ma accumunati dalla stessa passione, dallo stesso desiderio di trasformare la terra in frutti e i suoi frutti in qualcosa di unico e incredibilmente caratteristico, come i vini prodotti dalle due cantine.

E grazie a questo legame, sono nati eventi come quello di degustazione organizzato da AIS a Milano il mese scorso presso il ristorante Bettycuore, in cui le tradizioni culinarie della Franciacorta e della Sicilia si sono incontrate, mescolate, fuse per dare vita a sapori nuovi, insoliti, in cui i vini sono diventati accompagnamento a piatti così lontani per geografia e, allo stesso tempo, così vicini, per l’Amore con cui vengono coltivati, lavorati, prodotti.

PH: AIS magenta

Un meraviglioso piatto di pasta alle sarde, tipico della tradizione culinaria siciliana, ricco di sapidità, in cui il gusto del mare è forte e predominante, ha trovato la sua esaltazione grazie a un Franciacorta di Elisabetta Abrami, il Rosé ad esempio. Un abbinamento delicato, con un vino caratterizzato da una buona acidità e di buon corpo, in grado di sostenere il profilo gustativo di un piatto dagli aromi così intensi, esaltandone le caratteristiche sensoriali.

PH: AIS magenta

E un secondo tipicamente franciacortino, il manzo all’olio, è stato abbinato a un calice di Etna rosso di Sciare dell’Alba, un vino minerale e fresco, ideale per secondi piatti a base di carne elaborati.

Se è corretto quindi affermare che i vini di una certa area abbiano una certa affinità coi piatti locali, a maggior regione in Italia dove ogni regione ha una sua cucina tradizionale e una sua scena vitivinicola, è anche vero che, grazie a un’Italia, e a un mondo, sempre più interconnessi, è possibile sperimentare abbinamenti nuovi, tra gusti e tradizioni di territori lontani. 

Abbinamenti che danno un nuovo valore alle tradizioni locali, che non le tradiscono ma anzi, le valorizzano. Abbinamenti che sono un viaggio alla scoperta di nuove sensazioni, di nuovi sapori, di nuove emozioni. 

Abbinamenti che noi non vediamo l’ora di sperimentare e che anche voi potrete gustare acquistando tutti i nostri vini sullo shop online!

 

Lascia un commento

Shopping cart0
There are no products in the cart!
Continua a fare acquisti
0