Potente, rotondo, strutturato, quasi severo: il nostro Franciacorta Blanc de Noir è il vino che forse più rappresenta la nostra essenza, che meglio incarna la nostra filosofia enologica, il il nostro desiderio di qualità, espressione di un dialogo armonico con la natura che ci ospita.

Il Blanc de Noir rappresenta il sogno di Elisabetta nel fondare la cantina: con il proprio pinot nero a conduzione biologica, fare il proprio vino.

La sua storia affonda nelle origini della nostra Cantina, e cresce con lei: il primo risale al 2006, quando prendeva il nome Franciacorta Riserva 3V. Questo nome contiene due elementi: “Riserva”, quindi un lungo affinamento di minimo di 60 mesi sui lieviti, e ”3V”, ossia l’omaggio di Elisabetta al marito e ai 2 figli, che portano un cognome dalla lettera V. Ci spostiamo poi al 2009, con un millesimato che esprime al meglio il nostro desiderio di distinguerci e affermarci sul mercato, per arrivare infine al 2010 con una Riserva e proseguire, negli anni successivi, con un unico prodotto nel 2011,2012, 2016  e, adesso con l’annata 2017.

Questo vino ha già una sua storia ben definita, e quello che appare evidente fin da subito è che  è un prodotto frutto di accurata selezione: per produrlo è necessaria l’annata giusta, in cui riusciamo a selezionare i grappoli di Pinot Nero che nei nostri vigneti  risultano i più adatti per realizzare questo vino.

Il merito del grande successo del Blanc de Noir infatti va senza dubbio al primo e più importante protagonista, proprio il Pinot Nero. Questa uva è un esempio di eleganza e finezza: un’ottima annata di Pinot Nero è frutto di un equilibrio mai scontato tra terreno, clima e savoir faire. Il risultato però ripaga di qualsiasi sforzo e permette la realizzazione di Franciacorta unici e indimenticabili. 

Il colore giallo dorato intenso del nostro Blanc de Noir, è un richiamo immediato alle uve a bacca nera del nostro Pinot, che viene vinificato in bianco, dando vita a un prodotto complesso, quasi da trattare come un vino rosso: un vino austero con un dosaggio zuccherino basso, dosaggio extra brut, pensato per un lungo riposo dopo la sboccatura.

Un vino che in alcuni casi deve riposare oltre i 60 mesi in bottiglia, prima di svelare tutta la verità della sua essenza. Un vino che cresce e si struttura nel tempo: la meraviglia del pinot nero è nell’evoluzione che avrà in bottiglia e nel bicchiere, una scoperta continua di aromi e profumi inconfondibili.

Il nostro Blanc de Noir ha cambiato aspetto nel tempo, portando però sempre con sé il suo colore in etichetta: un’etichetta storica, dai toni grigio-argento proprio per richiamare un vino che ha le sue radici nella terra, un vino prestigioso e prezioso, tridimensionale, testimone indiscusso del nostro modo di fare viticoltura, con il cuore, nell’assoluto rispetto della natura e dei suoi tempi.

Lascia un commento

Shopping cart0
There are no products in the cart!
Continua a fare acquisti
0